Pressoterapia e cellulite, benefici e cure

La cellulite è un inestetismo della pelle che si manifesta con depressioni ed introflessioni, presenti in particolar modo nella zona pelvica ed addominale, sui fianchi, sui glutei e sulle cosce. Nei casi più gravi è possibile che si verifichi la comparsa di noduli nel tessuto adiposo sottocutaneo ed uno stato di infiammazione.

L’inestetismo colpisce principalmente le donne, indipendentemente dall’età e dalla forma fisica delle stesse. Può essere curato e/o tenuto sotto controllo mediante l’esecuzione di alcune terapie o l’applicazione di determinati farmaci. Uno dei metodi più diffusi e certamente sicuri è la pressoterapia, una tecnica di stimolazione meccanica il cui scopo è quello di curare la cellulite e la ritenzione idrica, nonché di apportare altri numerosi benefici di cui andremo a trattare nel seguente articolo.

Pressoterapia: cos’è ed a cosa serve

La pressoterapia – conosciuta anche col nome di “pressomassaggio” – è un trattamento medico ed estetico, il cui scopo principale è quello di stimolare il funzionamento del sistema circolatorio e linfatico ed apportare in tal modo una serie di benefici come la cura per la cellulite e ritenzione idrica. Il trattamento si basa sulla pressione esterna che un apposito dispositivo è in grado di esercitare, interessando le zone colpite dall’inestetismo; il macchinario simula in maniera realistica il massaggio manuale, aiutando l’organismo ad espellere le tossine e le scorie.

La pressoterapia è in grado di curare anche i fastidi ed i dolori che la presenza di un linfedema (ristagno di linfa in una o più parti del corpo) apporta. La macchina, infatti, favorisce il flusso della linfa nei vasi sanguigni e sgonfia in tal modo gli arti, riducendo le problematiche apportate dall’edema. Riassumiamo dunque di seguito in alcuni punti a cosa serve la pressoterapia e quando è necessario eseguirla.

  • Combattere gli inestetismi della cellulite;
  • Ridurre la ritenzione idrica;
  • Risolvere le problematiche ed i fastidi causati da un linfedema;
  • Ridefinire la fisionomia delle zone del corpo affette dagli inestetismi;
  • Aiutare ad espellere scorie e sostanze tossiche dal corpo;
  • Favorire lo snellimento di determinate zone corporee, in particolare le gambe.

Come funziona la Pressoterapia?

L’apparecchio elettronico capace di svolgere la pressoterapia è dotato di una sorta di cuscini che il terapeuta si occupa di applicare attorno all’area interessata. Essi sono in grado di generare getti di aria potenti che pressano sulla zona da curare; la pressione varia di intensità a seconda della problematica e riattiva il sistema circolatorio e linfatico.

È proprio il terapeuta a scegliere il livello necessario a seconda del paziente e della condizione da trattare ed a regolarlo tramite il macchinario.

Procedura del trattamento

Se si desiderano ottenere risultati evidenti ed efficienti mediante l’esecuzione di pressoterapia per cellulite è fondamentale accertarsi che la procedura avvenga nel modo corretto. È davvero semplice: innanzitutto è importante che il paziente si distenda al di sopra del lettino ed applichi i cuscini sulla zona interessata da curare, accertandosi che gli stessi siano collegati all’apparecchio per la regolazione della pressione.

Le sedute da eseguire sono almeno 8 e durano dai 30 ai 50 min a seconda del caso; esse vanno prefissate per appuntamento circa 2 o 3 volte a settimana. La sensazione che si avverte è quella di un classico massaggio manuale e per tale ragione dovrebbe risultare indolore.

È probabile che al termine della pressoterapia si avverta l’esigenza di urinare; ciò è dovuto alla mobilizzazione dei liquidi corporei indotto dal trattamento. Per assicurarsi che i risultati accompagnino i pazienti nel tempo è consigliabile che gli stessi adottino uno stile di vita sano, evitando l’assunzione di alcolici e di sigarette, riducendo il sale nella dieta ed altri alimenti nocivi che di norma provocano la ritenzione idrica e la cellulite.

Durata e costi della pressoterapia

Come accennato già poc’anzi, il trattamento varia a seconda dell’esigenza del paziente, della gravità della cellulite e degli effetti che ha apportato alla pelle. In linea generale i cicli sono composti da circa 12 sedute; tra una e l’altra è importante che il paziente applichi dei bendaggi alle zone interessate così da mantenere la riduzione di volume che la pressoterapia ha esercitato.

Solitamente i cicli effettuati sono più di uno all’anno, dopo i quali segue una fase di mantenimento. Il costo va dai €30 ai €60 per seduta a seconda della gravità della patologia e di conseguenza all’intensità con cui il macchinario necessita di svolgere il trattamento.

Benefici della pressoterapia

Abbiamo appurato già ad inizio articolo che la pressoterapia comporta una serie di benefici soprattutto per quanto riguarda la cellulite. Il trattamento è infatti in grado di migliorare e riattivare il sistema circolatorio e linfatico, riducendo in tal modo la ritenzione idrica e purificando l’organismo da tossine e scorie in eccesso.

I risultati sono visibili dal miglioramento del tono della pelle che appare più ossigenata e dal colorito sano; gli inestetismi della cellulite nei casi meno gravi spariscono del tutto, favoriti anche da una perdita di peso (nei casi in cui la pressoterapia è abbinata ad una dieta equilibrata e a del sano esercizio fisico). Elenchiamo di seguito i maggiori benefici che la pressoterapia esercita sia per la cura della cellulite che quella di altre patologie:

  • miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica;
  • miglioramento degli inestetismi della pelle dovuti alla cellulite;
  • rimodellamento del corpo ed in particolare delle gambe;
  • espulsione di tossine ed elementi di scarto dal corpo;
  • riduzione di gonfiori ed edemi;
  • riduzione degli stati infiammatori di natura non infettiva;
  • miglioramento dell’ossigenazione cutanea, nonché del tono e dell’integrità della pelle;
  • alleviazione di dolori da traumi;
  • riduzione del linfedema post operatorio;
  • riduzione dello stress.

Controindicazioni

La pressoterapia è in grado di presentare delle controindicazioni soltanto se eseguita da individui che in realtà non potrebbero sottoporvisi. Vediamo quali sono i casi in cui il trattamento è sconsigliato o addirittura vietato.

  • Flebite o tromboflebite;
  • Trombosi venosa profonda;
  • Vene varicose;
  • Arteriosclerosi grave;
  • Diabete mellito;
  • Insufficienza renale;
  • Cirrosi epatica;
  • Insufficienza epatica;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Gravidanza.

Pressoterapia per cellulite: funziona? Opinioni

La pressoterapia funziona in maniera quasi impeccabile con la cellulite e la ritenzione idrica, soprattutto perché il trattamento permette una riattivazione del microcircolo e di conseguenza offre risultati ottimali contro gli inestetismi che la patologia causa.
È opportuno affermare, tuttavia, che la terapia di per sé non sempre può risultare sufficiente, è importante adottare uno stile di vita sano ed abbinarvi una dieta equilibrata, nonché procedere all’applicazione di creme ed altri prodotti specifici sulle zone interessate.